Il "Piviale di Re Manuel I" per il Mosteiro dos Jerónimos: uno studio interdisciplinare dei fili metallici

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingConference contributionpeer-review

Abstract

Il " Piviale di Re Manuel I" commissionato per il Mosteiro dos Jerónimos (Monastero dei Girolamini) a Belém (nella parte ovest di Lisboa ) oggi custodito nel Museu Nacional de Arte Antiga (MNAA), é stato riconosciuto come uno dei piú preziosi paramenti ecclesiastici ancora esistenti in Portogallo. Il lussuoso tessuto di seta rossa con decorazioni metalliche, fabbricato in Italia tra la fine del 15° secolo e l'inizio del 16° secolo, é stato ulteriormente trasformato a richiesta del Re in una cappa semicircolare con magnifici accessori ricamati, commissionati probabilmente ad un atelier italiano o iberico all'inizio del 16° secolo. La decorazione orlata dello stolone presenta il ricamo di sei figure bibliche in piedi e il Padre Eterno, mentre sulla cappa e rappresentata la Vergine con il Bambino e sul pettorale (morsus) lo Spirito Santo. Tutti questi ricami sono eseguiti quasi esclusivamente con una vasta scelta di fili metallici e da un alto livello di opulenza e preziositá . Prendendo in considerazione l'importanza del piviale, la ricchezza e la complessità della sua decorazione, é stato realizzato di recente uno studio interdisciplinare per differenziare le varie tecniche e i materiali utilizzati, allo scopo di migliorare la conoscenza della tecnica di fabbricazione, come anche le possibili vie di commercio di questi preziosi e costosi fili. Oltre allo studio di storia dell'arte, sono state realizzate analisi scientifiche per investigare i fili metallici da livello macro fino a micro, facendo uso di differenti tecniche microscopiche: dalla lente di ingradimento a microscopia ottica, di scansione elettronica e di forza atomica, insieme all'identificazione chimica delle leghe utilizzate con l'ausilio della spettrometria di raggi X a dispersione di energia. I risultati preliminari hanno messo in evidenza la presenza di leghe di argento (con oro) di differenti composizioni che apparentemente indicano diverse origini e tecniche di fabbricazione. Questa iniziativa di ricerca ha anche sottolineato l'utilitá di un approccio collaborativo che integra tecniche e risultati analitici con la ricerca storica e di storia dell'arte. Il progetto sará esteso ad altri oggetti d'arte relazionati al piviale allo scopo di sviluppare una serie di riferimenti per questi materiali altamente- di valore.
Original languageItalian
Title of host publicationLo stato dell'arte 7: VII congresso nazionale IGIIC
Subtitle of host publication volume degli atti: Napoli, Castel dell'Ovo, 8-10 ottobre 2009
EditorsD. Rullo
Place of PublicationFirenze
PublisherNardini Editore
Pages373-380
Number of pages8
ISBN (Print)9788840441771
Publication statusPublished - 2009
EventVII Congresso Nazionale IGIIC - Lo Stato dell'Arte - Napoli, Castel Dell'Ovo, 8-10 Ottobre 2009 -
Duration: 1 Jan 2009 → …

Conference

ConferenceVII Congresso Nazionale IGIIC - Lo Stato dell'Arte - Napoli, Castel Dell'Ovo, 8-10 Ottobre 2009
Period1/01/09 → …

Cite this