Donne in divisa: Donne, politica e famiglia nei cinegiornali Luce degli anni Trenta

Research output: Contribution to journalArticle

18 Downloads (Pure)

Abstract

Questo lavoro attraverso una rassegna di cinegiornali prodotti dall’Istituto Luce nel corso degli anni Trenta intende riflettere sulla rappresentazione del modello di visitatrice fascista nella sua dimensione socio-politica e culturale, punto di partenza per introdurre alcune osservazioni sul rapporto fra donne, regime e famiglia. L’uso pubblico della famiglia nella rappresentazione cinematografica sarà infatti l’approdo di questo viaggio nell’Italia degli anni Trenta, un’Italia povera e totalitaria, fragile e granitica, guerriera a parole, piccolo-borghese nell’animo. Una povera Italia, lacerata fra la retorica dell’audacia e una vocazione mercantile, un Paese sospeso tra miseria e sviluppo, tra stivali che brillano e scarpe risuolate, un Paese modesto, indaffarato, fatto di traffici minuti e di furbizia contadina. Un paese che esce dall’Ottocento e lentamente cresce, progredisce, si modernizza, per poi giocarsi tutto alla roulette delle armi.
Original languageItalian
Number of pages26
JournalOfficina della Storia
Issue number4
Publication statusPublished - Jan 2018

Keywords

  • donne
  • PNF
  • madre
  • visitatrice fascista
  • famiglia
  • cinegiornali Luce

Cite this